OCCHI DI CARNE

A project by and with Alice Bariselli
With : Nicola Galli, Valentina Vekkini
Music Luca Scapellato; Arctic Monkeys
Light Design: Alice Bariselli, Antonio Rinaldi

Un corpo reale e atletico
Un corpo esposto
Un corpo sovraesposto
Occhi di Carne è strutturato come un piccolo decalogo che raccoglie e inquadra le reazioni e le risposte fisiche del corpo di tre diversi performer in condizioni sfidanti, scomode e di resistenza. Stare fermi, non fermarsi, spostarsi seguendo raccordi fittizi, resistere alla caduta e alla gravità. Lo studio offre un decalogo del comportamento del corpo in situazioni alterate e un decalogo coreografico che applica strategie diverse di ricerca e composizione per ogni quadro, poiché ogni richiesta corporea presuppone una specifica metodologia di scrittura. Ogni scena è un quadro, che viene creato e smantellato di volta in volta e che accoglie l’ esito dell’esercizio corporeo. La scena viene allestita e preparata scientificamente aggiungendo luce, suono e temperature per generare sensazioni nell’occhio di chi guarda. La visione del corpo in movimento nella penombra si alterna a luce piena creando un gioco di zoom in e out che evidenzia la risposta del corpo nel pieno dell’esecuzione dell’esercizio e rivela la macchina teatrale rompendo la magia e riportando l’ occhio di carne alla realtà del tempo e dello spazio in cui è immerso.

Con il sostegno di :
CSC, Centro per la scena contemporanea/ Garage Nardini Bassano del Grappa
Progetto H(abita)t e Associazione Danza Urbana, Bologna
Torri Dell’ Acqua e Teatro Consorziale di Budrio